FOTOPROGETTI 2010

Galleria Immagini del Corso di Progettazione Fotografica 2009-2010 a cura di Sandro Bini

Fotoprogetti 2010, esito espositivo del Corso di Progettazione Fotografica Deaphoto 2009-2010, si presenta come un interessante laboratorio visivo, sintomatico di alcune tendenze della fotografia contemporanea. Sul versante della fotografia di analisi ambientale e territoriale Diego Cicionesi (Le Città Porto) ci presenta, nel classico stile documentario, la visione panoramica comparata di città-porto contemporanee, mentre Valentina Ristori (Templi Moderni), pur adottando un stile visivo simile, immagina provocatoriamente una Firenze possibile e immaginata, in cui l’arte moderna e contemporanea si inserisce finalmente (grazie a Photoshop) nel contesto architettonico storico e attuale. Nel medesimo ambito di ricerca Valentina Tacchini (Home) sviluppa un percorso visivo molto più intimo e privato, fatto di nostalgie e domestiche memorie, mentre Maurizio Ceseri (Growing Home), partendo da posizioni decisamente più concettuali, affronta il tema della sua ricerca (il trasloco e il riempirsi della nuova casa) in maniera molto più rigorosa e analitica. Tre fotografe affrontano invece in modi diversi il nucleo tematico ritratto-figura-identità: Alexandra Tosi (Sbadiglio) con un lavoro fisognomico di tipo ironico-performativo-concettuale, Serena Gallorini (Equi-libri), che attraverso un uso giocoso dell’autoritratto indaga il suo rapporto morboso e vitale con i suoi libri e infine Simona Ministeri (Still Life) con un indagine intima e privata di ritrovamento e ricostruzione identitaria. Ricco poi anche quest’anno il territorio della fiction e staged photography: con Cammilla Fondelli (Il diletto perfetto) che ricostruisce in modo ironico e divertito (grazie a due bambole) scene in bianconero liberamente ispirate ai film di Hitchcock, Giovanni Dell’Abate (Tuluaners) che si ispira alla rigidità del teatro di avanguardia tedesco e alla fotografia e trattatistica ottocentesca nell’allestimento dei suoi tableau che tentano una descrizione dei moti dell’animo, e con Mariano Mellini (Phainon 3013) che mette in scena con la sua attrice-modella un’ipotetica città-futura evocata da luoghi e architetture-reali della Firenze contemporanea. Infine il Reportage, quello legato ai tanti aspetti del quotidiano: di taglio più sociale nel lavoro di Matteo Colombi (La Partitina), che descrive il rito del gioco delle carte su un treno di pendolari, o quello più diaristico e narrativo di Eleonora Birardi (…but I’m in a band) che descrive da vicino, in modo coinvolto e partecipato, il viaggio da Firenze a Cesena per un concerto di una giovane rock band. Per quanto riguarda i Tutors del Corso, Alberto Ianiro (Twentyone) presenta un reportage di sensibilizzazione e impegno sociale dedicato alle attività per le persone affette da sindrome di down organizzate dall’Associazione Trisomia 21 Onlus di Firenze. Giovanni De Leo (Il colore del silenzio) un commosso e poetico omaggio al maestro Luigi Ghirri, mentre Francesca Ronconi (Du, Du, Du) continua il suo progetto sul tema della violenza utilizzando la fiction fotografica di ispirazione narrative per indagare il rapporto fra due donne in bilico precario fra affetto e rivalità. Michelangelo Chiaramida (My Beatyful Laundrette) rimane sostanzialmente fedele alla sua linea di ricerca oggettuale di matrice pop, con un’analisi ambientale delle lavanderie automatiche di Firenze liberamente ispirata al film di Stephen Fears. Roberto Baglioni (Integrazioni) mette in scena e fotografa i volti e i corpi di due ragazze (una bianca e una di colore) per un’indagine visiva, sobria ed elegante, che tenta di sviluppare contemporaneamente una riflessione estetica, formale e concettuale. Infine Sandro Bini, Docente del Corso, presenta l’ennesimo capitolo dalla sua opera-aperta sull’archivio e sulla memoria (Confidenze dai luoghi ) con il recupero di una serie di scatti in pellicola bianconero realizzati nel periodo marzo-aprile 1999 (Margini & Relitti – Firenze 1999 ) che indagano il suo rapporto intenso, evocativo e personale con il paesaggio.

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
Deaphoto